Gli itinerari

Gran tour della Puglia (7 giorni/6 notti)

Un viaggio alla scoperta del grande patrimonio artistico, culturale e naturale che la Puglia custodisce. Dall’antica città d’impronta medioevale di Barletta all’antichissimo santuario di San Michele Arcangelo, ai gioielli medievali della splendida Trani. Ci appare come in una favola, immerso nell’incantevole paesaggio pugliese, Castel del Monte, dall’inconsueta pianta ottagonale. Dopo una visita al caratteristico paese di Alberobello con i suoi famosi trulli, si arriva alla “Città Bianca” di Ostuni e poi a Lecce, splendida città d’arte nel cuore del Salento. Non può mancare, prima di arrivare a Bari, un’escursione al punto più orientale della penisola italiana, Otranto, ed una visita ai celebri Sassi di Matera, città completamente costruita nella roccia.

1° GIORNO:

MANFREDONIA – VIESTE – PESCHICI (260 km)

Visita alla scoperta del promontorio del Gargano, penisola a nord della regione che ospita il Parco nazionale del Gargano (dal 1991). Mattinata alla scoperta di Manfredonia, città marittima, fiorente di un commercio proteso sul mare, fu fondata dal figlio “illeggitimo” di Federico II di Svevia nella seconda metà del XIII secolo. Da ammirare il Castello Svevo, oggi sede del Museo della Daunia, con numerosi reperti e le famose “stele daune” del VI secolo a.C. Proseguimento per Vieste  e visita del centro storico con la sua cattedrale dedicata alla Vergine Assunta, di origine normanna (X secolo) normanna, ricostruita durante il XVI secolo. Visita del Castello (oggi sede della Marina Militare) e della spiaggia di Pizzomunno. Proseguimento per la città pittoresca di Peschici, con le case e i vicoli molto simili ad una cittadina greca. Proseguimento e fermata nella Foresta Umbra.

Peschici

2° GIORNO:

BARLETTA - TRANI - CASTEL DEL MONTE – ALBEROBELLO (168 km)

Prima colazione in hotel. Al mattino visita al centro di Barletta, raccolto intorno al Castello, costruito all’epoca di Federico II di Svevia, alla Basilica del Santo Sepolcro (Barletta fu luogo di partenza dei Crociati per la Terra Santa) e al Palazzo barocco della Marra. Proseguimento per Trani, splendida cittadina sul mare a nord di Bari; visita del Castello Svevo (esterni), edifi cato da Federico II di Svevia a difesa del porto e della Cattedrale, superbo esempio di romanico-pugliese. Pranzo libero. Nel pomeriggio si raggiunge Castel del Monte, fatto costruire dall’imperatore Federico II di Svevia intorno al 1250, su modello della Cappella Palatina di Aquisgrana. Il Castello è incastonato nel paesaggio pugliese e affascina per i suoi significati simbolici; è annoverato dall’Unesco nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità. In serata arrivo ad Alberobello. Sistemazione in hotel nei dintorni della cittadina. Cena e pernottamento.

3° GIORNO:

ALBEROBELLO - OSTUNI – LECCE (140 km)

Prima colazione in hotel. Visita guidata di Alberobello, caratteristico paesino della Valle d’Itria, famoso per essere quasi interamente costituito da trulli, piccoli edifici di origine antica in pietra calcarea a base circolare o quadrangolare con copertura conica. I trulli di Alberobello sono il simbolo della Puglia e sono annoverati dall’Unesco nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Pranzo libero. Proseguimento per l’antica cittadina di Ostuni, detta la “Città Bianca”, grazie alle caratteristiche abitazioni imbiancate a calce viva in un paesaggio di uliveti secolari digradanti verso il mare. Tempo a disposizione per una passeggiata nelle animate viuzze del centro. Nel tardo pomeriggio partenza per Lecce, splendida città d’arte nel cuore della penisola del Salento. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Trulli di Alberobello

4° GIORNO:

LECCE - OTRANTO - SANTA MARIA DI LEUCA – LECCE (180 km)

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita di Otranto, antico centro del Salento, di origine greca e punto più orientale della penisola italiana. La città, di origini greche, fu a lungo il

punto nodale dei contatti fra Oriente e Occidente, perchè porto più vicino alla Grecia. Visita guidata della città, quasi interamente cinta da mura su cui si apre la Porta Alfonsina, attraverso la quale si accede al centro storico, dominato dalla Cattedrale con la Cappella dei Martiri, la cripta ed il mosaico. Al termine della visita pranzo libero. Partenza in direzione di Santa Maria di Leuca. Distesa in una dolce insenatura al riparo del promontorio che costituisce l’estrema punta dello “Sperone d’Italia”, il Capo di Santa Maria di Leuca appare come sospeso nel Mediterraneo e proteso verso l’Oriente. La posizione geografica della città, punto di contatto tra diverse popolazioni mediterranee, ha portato allo sviluppo di una cultura ricchissima che si rispecchia nelle splendide ville dai nomi esotici, come “La Navata” e “Regno Ottomano” e nelle loro torrette dai motivi moreschi. Al termine rientro a Lecce. Cena e pernottamento.

5° GIORNO:

LECCE – GALATINA – GALLIPOLI (95 km)

Prima colazione in hotel. Al mattino visita guidata di Lecce, una vera e propria città d’arte che custodisce il patrimonio storico artistico di diverse popolazioni e culture. Visita del centro storico d’impronta barocca, dove si rimane incantati dall’effetto visivo della “pietra leccese”, una pietra dorata utilizzata per la costruzione dell’antico centro abitato. Si ammireranno: la Piazza Sant’Oronzo, dominata dal famoso obelisco; la Chiesa di San Matteo; la Chiesa del Rosario; la Chiesa di Santa Croce, considerata una delle rappresentazioni barocche più importanti; l’anfiteatro romano del II secolo in ottimo stato di conservazione; la Villa Comunale con i suoi incantevoli giardini, la maestosa Piazza del Duomo, circondata da notevoli palazzi barocchi.

 

Gallipoli

Partenza per Galatina, città che conserva la maestosa cattedrale romanica dedicata a Santa Caterina d’Alessandria, interamente affrescata da maestranze locali con una chiara ispirazione alla Basilica di San Francesco di Assisi. Visita del centro storico della città più gettonata delle coste salentine, la città ‘bella”: Gallipoli. Il suo meraviglioso centro storico conserva intatti i palazzi baronali barocchi e i frantoi ipogei del VI secolo. Visita della Cattedrale Sant’Agata e della Chiesa della Purità a ridosso delle acque cristalline. Partenza per Taranto. Cena e pernottamento.

Basilica di Santa Croce - Lecce

6° GIORNO: TARANTO – GROTTAGLIE – MATERA (120 km)

Visita del centro storico di Taranto, delle colonne doriche, del Castello Aragonese (sede della Marina Militare, oggi visitabile) e della Cattedrale dedicata a San Cataldo. Mattinata dedicata alla scoperta degli “ori di Taranto” nel Museo Archeologico Nazionale (MARTA) che racchiude tutte le ricchezze dell’antica e unica colonia magno greca fondata da Sparta, già fiorente nel IV sec. a. C.

Visita del borgo antico di Grottaglie, città che conserva la tradizione della produzione delle tipiche ceramiche. Partenza per Matera, città anch’essa annoverata quale Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. Pranzo libero lungo il percorso. Visita guidata dei celebri Sassi: grotte e rifugi scavati nella roccia utilizzati come abitazioni fino a pochi decenni fa, sintesi storica della presenza umana dalle primitive civiltà rupestri all’epoca Alto-Medievale fino ai giorni nostri. Cena e pernottamento.

Testa di antilope, part., IV sec. a.C. (Museo Archeologico di Taranto - MARTA)

7° GIORNO:

MATERA – ALTAMURA – BARI

Visita della città dei Sassi della città vecchia situata sul ciglio e sui fianchi dirupati di una profonda gravina con le sue case scavate nella roccia. Prevista visita del circuito breve chiese che include la chiesa Convicinio di Sant’Antonio ed in seguito della Casa Grotta arredata con mobili e attrezzi d’epoca per rievocare la vita familiare nelle case dei sassi. Stop degustazione in “lamione”, latteria tipica della zona scavata nella grava e tempo a disposizione per shopping. Nel pomeriggio proseguimento per ALTAMURA e visita della splendida Cattedrale esempio del romanico pugliese considerata una delle quattro basiliche palatine della Puglia. Visita di un forno d'epoca che produce il tipico pane D.O.P. della città murgiana. Partenza per la città di Bari, capoluogo della Puglia e visita del centro storico conosciuto come “Bari vecchia”. Visita della Cattedrale dedicata a San Sabino, Basilica di San Nicola, castello normanno-svevo. Passeggiata sulle mura aragonesi fino ad arrivare su Piazza Mercantile, sede dell’antico Palazzo del Sedile e Piazza Ferrarese.

Sassi di Matera (vista della Cattedrale romanica e del Sasso Barisano)

 

Centro storico di Altamura (Cattedrale) - Corteo storico "Federicus"

vista del Lungomare di Bari

Buon viaggio!

N.B.: l'itinerario proposto è puramente indicativo, per maggiori info prego inviare mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Cerca nel sito

    Seguici su Facebook